Blog

itinerario di due giorni nel sud toscana
Set22

Cosa non perdere avendo più tempo a disposizione durante il vostro itinerario di due giorni nel Sud Toscana

Soggiornando più di una notte all’Hotel della Fortezza, avrete più tempo a disposizione per avventurarvi alla scoperta del territorio delle Città del Tufo e toccare con mano i secoli di storia che lo caratterizzano. Sebbene un itinerario di due giorni nel Sud Toscana sia molto breve, seguendo i nostri consigli potrete farvi un’idea di come organizzare la visita dei borghi e delle necropoli.


Giorno 1

Partendo di mattina avrete modo di godervi una temperatura più adatta al percorso che vi consigliamo di intraprendere.. Prima tappa del vostro itinerario di due giorni nel Sud Toscana? Il Parco di San Rocco! Sarà molto semplice identificare il percorso quando avrete tra le mani la cartina di Sorano realizzata da noi, che vi verrà consegnata al vostro arrivo in hotel. Oltrepassata la Porta dei Merli, raggiungete il fondo valle, troverete le indicazioni per salire al parco attraverso la Via Cava di San Rocco.. da adesso la strada non è più in discesa!

La bellissima cava ha un tempo di percorrenza di circa 30 minuti, ed una volta raggiunta la terrazza, che vi offre ombra e tavoli dove riposarvi, ed una vista ineguagliabile su Sorano, potrete visitare le due piccole necropoli proprio nei pressi del parco. Potrete ripercorrere la via cava per tornare verso la vostra camera.

  • Pomeriggio : I camminamenti sotterranei della Fortezza Orsini ed il borgo di Sorano

Un buon pranzo, un caffè, una siesta veloce davanti al panorama dall’hotel e si inizia il tour della Fortezza Orsini! Siamo certi che le parole delle guide che vi accompagneranno attraverso i vari punti del castello, dalle mura esterne ai sotterranei, vi trasporteranno indietro nel tempo.. a quando la Fortezza Orsini rappresentava la più importante roccaforte militare del Sud Toscana!

Terminata la visita guidata, vi attende il borgo di Sorano.. un vero e proprio dedalo di stretti vicoli e piazzette, dove perdervi sarà soltanto un piacere! Passeggiando nel centro storico vi accorgerete di come i ritmi di questo piccolo paese sono lenti, diversi anche dalla vicina Pitigliano, più grande e più famosa come rotta turistica, potendone apprezzare il benessere e la tranquillità che molti di noi non siamo più abituati a vivere.

Per concludere in bellezza la prima giornata del vostro itinerario di due giorni nel Sud Toscana, potrete spostarvi di qualche chilometro, nella vicina Pitigliano, il cui centro storico è ancora più suggestivo quando cala il sole.. Potrete scegliere di cenare nel Food Bar dell’Hotel della Fortezza, degustando i sapori tipici di questa terra, oppure in uno dei ristoranti del centro storico di Pitigliano, per poi godervi una passeggiata nella Città del Tufo, che come Sorano, dall’alto dello sperone tufaceo regala panorami mozzafiato.


Giorno 2

Non lasciatevi sfuggire quello che un tempo era il principale centro etrusco della bassa Toscana, e che conserva ancora oggi reperti unici al mondo.. Sovana! Arrivati nei pressi di Sovana, vedrete che dovrete deviare dalla strada provinciale per salire all’interno del borgo, passando dalla strada asfaltata alla bellissima pavimentazione del centro storico.. Nella piazza principale avrete accesso al museo di San Mamiliano, con lo sconto di cui potete approfittare in qualità di clienti dell’Hotel della Fortezza.

Dal borgo di Sovana, la Necropoli etrusca è raggiungibile in pochi minuti di macchina. Come vedrete, avete accesso sia alla parte gratuita sia alla parte che prevede il pagamento del ticket, dove si trovano le tombe monumentali. Vi consigliamo di dedicare tutto il resto della mattina a quest’area di cui rimarrete incantati..

Il Parco Archeologico Città del Tufo comprende anche l’insediamento rupestre di Vitozza, luogo perfetto per un pomeriggio tra natura e storia.

Dopo la visita a Sovana, ripercorrete la stessa strada per tornare a Sorano, per dirigervi a San Quirico che dista dal parcheggio dell’Hotel della Fortezza solo 5 chilometri. Potete parcheggiare nella piazza principale del paese, dove sarà facilmente individuabile l’ingresso al parco. Vitozza è anche chiamata la Città Perduta, e ad oggi si presenta come museo a cielo aperto dove ammirare le testimonianze della cultura della “Cavità”, attraverso le caratteristiche grotte disposte su diversi livelli, l’antica Pieve denominata “Chiesaccia” circondata dalla vegetazione con il suo campanile a vela, il famoso colombario di epoca medievale e le strutture degli antichi manieri medioevali.

Il territorio delle Città del Tufo offre possibilità diversificate di benessere e relax.. Inserite una tappa alle terme all’interno del vostro itinerario di due giorni nel Sud Toscana!

Terme di Sorano (a 5 minuti dall’Hotel della Fortezza) – Piccolo e silenzioso stabilimento privato immerso nel verde, facilmente raggiungibile proseguendo in direzione di Pitigliano. Dispone di due piscine di acqua termale carbonato-magnesio-calcica alla temperatura di 37°C, una piscina sportiva di acqua fredda ed un’antica vasca chiamata “vasca dei frati” dove l’acqua sgorga direttamente dalla roccia, nel bosco che circonda lo stabilimento.  

Terme di Saturnia (a 30 minuti dall’Hotel della Fortezza) – A Saturnia potrete scegliere tra la zona libera delle Cascate del Mulino, oppure lo stabilimento privato con numerose piscine di acqua termale sulfurea alla temperatura di 37°C, Resort e Golf club. Per raggiungere Saturnia andate in direzione di Sovana, oltrepassando poi i paesi di San Martino e Catabbio, troverete le terme private sulla vostra destra e le cascate libere sulla sinistra dopo qualche chilometro; in alternativa, per chi non teme una strada un po’ sconnessa con numerose curve, la direzione è Pitigliano, ed in seguito Manciano. Seguite la direzione di Manciano fino al bivio sulla destra che vi indica Saturnia, ed una volta raggiunta la provinciale, girate a destra. Dopo pochi chilometri troverete le terme libere sulla sinistra e lo stabilimento proseguendo dritti sulla destra.


SCOPRI L’OFFERTA SPECIALE PER DUE NOTTI ALL’HOTEL DELLA FORTEZZA

« TORNA ALLA GUIDA

« TORNA ALL’ITINERARIO DI 1 GIORNO NEL SUD TOSCANA

VAI L’ITINERARIO DI 3 GIORNI NEL SUD TOSCANA »

 


 

RICHIEDI INFORMAZIONI

Itinerario di un giorno nel Sud Toscana
Set22

Cosa non lasciarvi sfuggire, anche se siete solo di passaggio a Sorano. Ecco i suggerimenti per il vostro itinerario di un giorno nel Sud Toscana!

La zona delle Città del Tufo risulta ancora quasi sconosciuta anche agli stessi Toscani, infatti molte delle persone che arrivano a Sorano non sanno cosa aspettarsi da questo territorio, che nasconde tra la sua natura selvaggia luoghi unici al mondo.  Proprio per tutti voi che siete solo di passaggio, ospiti per una sola notte all’Hotel della Fortezza, ecco i nostri suggerimenti per ottimizzare il vostro itinerario di un giorno nel Sud Toscana e non lasciarvi sfuggire cosa di più interessante potete trovare a pochi passi da voi!

Pomeriggio dopo il check-in – Sorano e la Fortezza Orsini medievale

Siccome il check-in in hotel è previsto a partire dalle ore 15.00, vi consigliamo di approfittarne ed accomodarvi in camera prima che inizino le visite guidate della Fortezza Orsini, così che possiate da subito godervi il fascino del castello medievale dove state per dormire, ed i suoi suggestivi camminamenti sotterranei. Siamo felici di fornirvi uno sconto sul biglietto per le visite guidate, e sul biglietto cumulativo del Parco Archeologico Città del Tufo, che comprende Sorano, Sovana e Vitozza.

Terminata la visita della Fortezza Orsini, il borgo di Sorano vi aspetta! Proprio da Piazza Cairoli, dove si trova l’Hotel della Fortezza, potrete scendere in paese attraverso una scalinata dalla quale godere dello splendido panorama su Sorano e sulla valle circostante.

Conclusa la passeggiata, concedetevi una buona cena nei ristoranti del borgo oppure risalite in fortezza per una cena degustazione nel Food Bar interno dell’Hotel della Fortezza, per trasformare il vostro itinerario di un giorno nel Sud Toscana in un viaggio nella gastronomia toscana, non solo nella storia!

Mattina e pomeriggio – Parco di San Rocco, borgo di Sovana e la Necropoli etrusca

Sicuramente uno dei luoghi da non perdere è Sovana e la sua necropoli etrusca, alla quale dedicare dalle 2 alle 4 ore di tempo!

Vi consigliamo di partire di mattina, dopo una buona colazione con prodotti freschi e locali all’Hotel della Fortezza, così che abbiate il tempo per una tappa al Parco di San Rocco.

Dirigendovi in macchina nella direzione di Sovana, troverete dopo pochi chilometri il parcheggio e l’ingresso al parco, ben visibili, proprio sulla destra della strada. Il Parco di San Rocco con l’omonima Via Cava che si può percorrere per raggiungerlo, è il luogo perfetto per un momento di relax nella natura, dove sedersi in uno dei tavoli all’ombra degli alberi e godersi il bellissimo panorama da cartolina sul borgo di Sorano, prima di ripartire per Sovana.

Piccolo borgo a 9 km da Sorano, Sovana merita una visita.. Il borgo, composto da due sole strade, è un vero gioiello di urbanistica medievale, ed ospita nella piazza principale il Museo di San Mamiliano, al quale avrete accesso con il biglietto cumulativo del Parco Archeologico, e dove potrete ammirare il cosiddetto “Tesoro di Montecristo”, 500 monete d’oro risalenti all’epoca romanica, rinvenuti proprio sotto il pavimento della chiesa durante i lavori di restauro.

Rilassatevi nell’atmosfera silenziosa di Sovana, dove il tempo sembra scorrere a ritmi lentissimi, godendovi il pranzo in uno dei ristoranti del borgo oppure richiedendo al nostro staff un buono e pratico picnic per rifocillarvi dove preferite, anche in uno dei tavoli a vostra disposizione nella Necropoli etrusca.

Proseguendo sulla strada provinciale, dopo 2 km dal borgo, troverete sulla destra l’ingresso alla Necropoli, con il parcheggio gratuito ed un ufficio dove potrete munirvi di tutte le informazioni necessarie alla visita delle varie tombe e Vie Cave. Qui potrete ammirare secoli di storia realmente immersi nella natura.. oltre alle grandi tombe monumentali un tempo appartenute alle famiglie più ricche e potenti, come la tomba Ildebranda o dei Demoni Alati, ad ogni passo vi imbatterete nelle tombe più povere, piccole, poco decorate e quasi nascoste nella vegetazione..


SCOPRI L’OFFERTA SPECIALE PER UNA NOTTE ALL’HOTEL DELLA FORTEZZA

 

« TORNA ALLA GUIDA PRINCIPALE

VAI L’ITINERARIO DI 2 GIORNI NEL SUD TOSCANA »

 


 

RICHIEDI INFORMAZIONI

itinerari nel sud toscana
Set22

Quando si parla di itinerari nel Sud Toscana il territorio delle Città del Tufo può offrire molto.. Luoghi unici da visitare, enogastronomia da leccarsi i baffi, terme naturali.. Vi suggeriamo di non lasciarvi sfuggire Sorano, Pitigliano e Sovana soggiornando nelle camere storiche dell’Hotel della Fortezza, che diventerà il vostro punto di partenza per intraprendere numerosi itinerari!

Ecco i nostri suggerimenti per programmare al meglio i vostri itinerari nel Sud Toscana..

Durante il vostro soggiorno all’Hotel della Fortezza avrete modo di esplorare un territorio unico, ricco di storia e cultura, ed ancora poco conosciuto.. Il territorio delle Città del Tufo! Questa parte di Toscana, non ancora raggiunta dal turismo di massa, vi permetterà di entrare in contatto con i secoli di storia che caratterizzano i borghi di Sorano, Pitigliano e Sovana, ed il territorio che li circonda, un tempo abitato dalla civiltà etrusca.

Potrete esplorare i borghi medievali con le loro chiese e musei, e le necropoli etrusche che custodiscono antichissime tombe e le uniche e suggestive Vie Cave..

Sia che siate solo di passaggio, sia che stiate invece programmando un soggiorno a lungo termine, ecco i nostri suggerimenti su come organizzare al meglio i vostri itinerari nel Sud Toscana per non lasciarvi sfuggire tutto il bello che le Città del Tufo hanno da offrire.

SOGGIORNO DI UNA NOTTE – Cosa non lasciarvi sfuggire, anche se siete solo di passaggio a Sorano.

La zona delle Città del Tufo risulta ancora quasi sconosciuta anche agli stessi amanti dei più famosi itinerari toscani, infatti molte delle persone che arrivano a Sorano non sanno cosa aspettarsi da questo territorio, che nasconde, tra la sua natura selvaggia, luoghi unici al mondo.  Proprio per tutti voi che siete solo di passaggio, ospiti per una sola notte all’Hotel della Fortezza, ecco i nostri suggerimenti per ottimizzare il vostro tempo e non lasciarvi sfuggire cosa di più interessante potete trovare a pochi passi da voi!


SOGGIORNO DI DUE NOTTI –  Cosa non perdere avendo più tempo a disposizione

Soggiornando più di una notte all’Hotel della Fortezza, avrete più tempo a disposizione per avventurarvi alla scoperta del territorio delle Città del Tufo e toccare con mano i secoli di storia che lo caratterizzano. Sebbene due giorni passino in fretta, seguendo i nostri consigli potrete farvi un’idea di come organizzare la visita dei borghi e delle necropoli.


SOGGIORNO DA TRE NOTTI IN SU – I nostri consigli per gli appassionati che trascorreranno a Sorano tre o più giorni

Se state progettando la vostra vacanza di tre o più giorni a Sorano, sarete consapevoli che avrete a disposizione tutto il tempo necessario per visitare il territorio senza fretta, dedicando ad ogni luogo la giusta attenzione.

Scoprirete un territorio in grado di offrirvi molto.. oltre alla zona collinare dove si ergono i tre borghi medievali ed ai resti etruschi che li circondano, potrete raggiungere con brevi spostamenti sia il mare che la montagna. In questa guida prediligiamo gli itinerari locali, alla scoperta delle Città del Tufo, ma sappiate che saremo ben lieti di consigliarvi anche rotte che implichino distanze più consistenti.. siamo ad un’ora di distanza dal Monte Amiata e dalla bellissima costa dell’Argentario, e per chi invece preferisce il lago, il Lago di Bolsena dista approssimativamente 20 chilometri dall’Hotel della Fortezza.


Godetevi la vostra visita alle Città del Tufo e ricordatevi che il nostro staff è sempre a vostra disposizione, felice di poter rispondere alle vostre curiosità, e che il territorio nasconde attrattive di ogni genere.. Dipendendo dai vostri gusti, da come preferite impiegare il vostro tempo libero, potrete organizzare la visita come meglio credete, a piedi, in bici, a cavallo, in compagnia delle nostre guide o in autonomia..


RICHIEDI INFORMAZIONI

itinerario di tre o più giorni nel Sud Toscana
Ago14

I nostri consigli per un itinerario di tre o più giorni nel Sud Toscana

Se state progettando il vostro itinerario di tre o più giorni nel Sud Toscana, sappiate che avrete a disposizione tutto il tempo necessario per visitare il territorio delle Città del Tufo senza fretta, dedicando ad ogni luogo la giusta attenzione. In questa guida prediligiamo gli itinerari locali, alla scoperta delle Città del Tufo, ma sappiate che saremo ben lieti di consigliarvi anche rotte che implichino distanze più consistenti.. siamo ad un’ora di distanza dal Monte Amiata e dalla bellissima costa dell’Argentario, ed a soli 20 chilometri dal Lago di Bolsena.


Giorno 1

Scendendo direttamente dalla scalinata che parte da Piazza Cairoli, raggiungete il centro storico. Vi ritroverete in poco tempo a camminare tra gli stretti vicoli di Sorano. Con la cartina del centro storico che riceverete al vostro arrivo non sarà difficile identificare la Porta dei Merli, ovvero l’arco medievale che vi condurrà al di fuori delle mura del borgo, in direzione della Via Cava di San Rocco. Con le mappe che riceverete gratuitamente dal nostro staff potrete organizzare al meglio il vostro itinerario di tre o più giorni nel Sud Toscana. Seguite le indicazioni, e percorretela fino alla fine per raggiungere il Parco di San Rocco dall’altro lato della valle, con un tempo di percorrenza di circa quaranta minuti. Un break nei tavolini, all’ombra della vegetazione, un po’ di relax godendosi la splendida vista, e si riparte..

Questo primo giorno sarà un po’ faticoso, ma vi assicuriamo che ne vale la pena.. Invece di risalire verso il centro storico dalla strada fatta all’andata, scegliete una avventurosa “deviazione”.. Come avrete notato scendendo, la strada nel fondo valle si biforca; da un lato la Via Cava, da un lato la “Città perduta” di Vitozza nel paese di San Quirico, raggiungibile seguendo l’itinerario segnalato di circa 3/4 ore. 

Per tornare a Sorano potrete chiederci organizzare per voi un servizio di transfer a basso costo anche al momento del vostro arrivo; in alternativa, se riuscite a concludere la visita entro le 18.40, la linea Tiemme 2470 vi porterà dalla piazza di San Quirico, direttamente al parcheggio San Marco in Via Ricasoli, ovvero l’area parcheggio esterna della Fortezza Orsini.


Giorno 2

Svegliatevi pure con calma, la prima visita guidata della Fortezza Orsini inizia alle 11.00 in punto. Terminato il tour di 45 minuti delle mura, dei sotterranei e del Museo del Medioevo e del Rinascimento, eccovi pronti a salire in macchina per raggiungere Sovana, a soli 9 chilometri da Sorano. Un vero e proprio gioiellino di urbanistica medievale, composto da solo due strade; la piccola Città del Tufo che ospita il Museo di San Mamiliano proprio nella sua piazza principale.

Al vostro arrivo in hotel, riceverete uno sconto per visitare tutte le attrazioni del Parco Archeologico Città del Tufo, comprensivo anche del museo e della necropoli etrusca di Sovana. Fermatevi pure a pranzo in uno dei ristoranti di Sovana, saremo felici di consigliarvi i migliori!

Proseguendo nella stessa strada che avete fatto per arrivare, individuerete facilmente il parcheggio gratuito della necropoli dopo 2 km. Lasciate la macchina e raggiungete l’ufficio informazioni proprio all’ingresso del parco, dove potrete richiedere un audio guida che vi aiuterà nella comprensione di ciò che vedrete.

Il nostro consiglio è di impiegare nella necropoli almeno 2 ore, o più. Una volta conclusa la visita alla necropoli, una buon modo per terminare la giornata è proseguire nella direzione intrapresa, raggiungendo Saturnia e le sue Cascate del Mulino. A soli 25 chilometri di distanza, vi attendono le vasche di acqua termale naturali e libere, proprio a pochi minuti dal borgo medievale di Saturnia.


Giorno 3

Prima di esplorare la zona compiendo distanze più lunghe dedicate almeno una tappa del vostro itinerario di tre o più giorni nel Sud Toscana alla visita della vicina Pitigliano, a soli 9 chilometri da Sorano. Proprio a pochi passi dal centro storico potrete raggiungere due bellissime Vie Cave; e dopo, quando la passeggiata vi avrà messo fame, rientrare tra i vicoli a cercare un buon ristorante..

Le Vie Cave di San Giuseppe e Fratenuti

Potete lasciare la macchina in uno dei parcheggi che vi indichiamo a seguire, proprio all’interno del paese, e scendere a piedi verso il fondo valle, percorrendo tutto il centro storico, fin dove Ghetto e Corso si incontrano, arrivando alla “Porta di Sovana” dove una lunga scalinata vi condurrà alla prima cava, Poggio Cani.

  1. Piazza Dante Alighieri – Zona parcheggio CONSIGLIATA – Parcheggio pubblico non a pagamento nella piazza e vie limitrofe – 200mt dal centro storico, GPS. Via Cagnacci Pitigliano – N 42.635110, E 11.670801
  2. Piazza della Repubblica – Pochi parcheggi disponibili, i parcheggi pubblici sono contrassegnati in “blue” ad un costo di € 0,50 ora – Consigliato per carico/scarico dei bagagli – Sconsigliato nel week-end e periodi di alta stagione.
  3. Piazza Garibaldi – Pochi parcheggi disponibili, i parcheggi pubblici sono contrassegnati in “blue” ad un costo di € 0,50 ora – Consigliato per lo carico/scarico dei bagagli – Sconsigliato nel week-end e periodi di alta stagione.

Tramite Poggio Cani arriverete in 10 minuti nuovamente alla strada provinciale, dalla quale proseguendo sulla destra raggiungerete il fiume Lente e l’ingresso alle Vie Cave di Fratenuti e San Giuseppe, entrambe ben tenute e molto suggestive. Proprio in prossimità della grande curva che attraversa il fiume, c’è possibilità di parcheggio, per chi non volesse scendere e risalire a piedi fino a borgo. A questo punto, sta a voi la scelta se intraprendere una o l’altra Via Cava. Per arrivare fino in fondo impiegherete all’incirca 1 ora per Fratenuti, mentre San Giuseppe richiederà più tempo, sia per la lunghezza maggiore, sia per la quantità maggiore di grotte presenti lungo il percorso, che meritano una piccola sosta.  Terminata la Via Cava di San Giuseppe, proseguite ancora un po’ e raggiungerete la Fontana dell’Olmo, dove potrete bere e rilassarvi all’ombra in uno dei tavolini da picnic.

La Via Cava del Gradone ed Il Museo Archeologico all’aperto Alberto Manzi

In alternativa, con un breve spostamento in auto in direzione Manciano, e poi svolta per San Quirico, potrete raggiungere il Museo Archeologico all’aperto Alberto Manzi, con un ampio parcheggio libero in prossimità dell’ingresso. Inoltratevi alla scoperta delle città etrusche, le Città dei Vivi all’inizio del museo, e le Città dei Morti, la necropoli, alla fine della Via Cava il Gradone, che dall’alto della collina scende fino al fondo valle.

Eccoci infine nel centro storico di quello che viene riconosciuto come uno dei borghi più belli d’Italia.. Pitigliano! Una tappa imperdibile del vostro itinerario di tre o più giorni nel Sud Toscana! Perdetevi tra i vicoli.. ognuno di essi conduce ad un affaccio panoramico! Nella piazza principale, Piazza della Repubblica, il Palazzo Orsini ospita il Museo Archeologico della Civiltà Etrusca dove è possibile ammirare i reperti provenienti dalla Necropoli di Poggio Buco, di Pitigliano e dall’area chiamata “Le Macerie” che si trova proprio nel centro storico del borgo.

Proseguendo la passeggiata noterete che la strada si biforca, a destra il Ghetto ebraico, Via Zuccarelli, dove potrete visitare la Sinagoga ed il Museo Ebraico; ed a sinistra il Corso, Via Roma. Passateci a trovare durante il vostro itinerario di tre o più giorni nel Sud Toscana alla Casa degli Archi in Via Roma 106, siamo un’unica gestione con l’Hotel della Fortezza! 


SCOPRI L’OFFERTA SPECIALE PER TRE NOTTI ALL’HOTEL DELLA FORTEZZA

« TORNA ALLA GUIDA

« TORNA ALL’ITINERARIO DI 2 GIORNI NEL SUD TOSCANA

 


 

RICHIEDI INFORMAZIONI

Vulci ed i misteri di Mitra, Culti orientali in Etruria
Lug31

La mostra dedicata ai culti orientali in Etruria, proprio nella Fortezza Orsini di Sorano!

Se può sembrare un po’ strano parlare di Vulci, antica città etrusca dell’alto Lazio, all’interno del Blog dell’Hotel della Fortezza di Sorano, vi faremo ricredere! In realtà sono diverse le ragioni per cui il territorio delle Città del Tufo risulta imprescindibilmente legato con Vulci e con gli antichi culti orientali che caratterizzavano l’ Etruria. Prima fra tutte la relazione diretta che lega, sin dall’epoca etrusca, la terra costiera con l’entroterra.

Vulci, una delle città-stato etrusca più grandi dell’ Etruria, nei pressi di Canino e Montalto di Castro, era il centro del commercio dell’epoca, famosa nel mondo antico per l’artigianato, l’agricoltura ed il commercio marittimo, essendo appunto in prossimità della costa.

Le terre interne della bassa Toscana, come la zona delle tre Città del Tufo, Sorano, Pitigliano e Sovana, nascoste fra colline e vallate, erano, al contrario, dei veri e propri orti e luoghi sacri e spirituali dedicati al culto della madre terra. Il loro credo veniva espresso attraverso opere tutt’oggi ammirabili, come le Vie Cave che circondano le necropoli di queste zone.

Queste due realtà Etrusche vicine anche allora ma distinte per morfologia e costumi erano in realtà legate da continui scambi ed interessi.

Oggi grazie alla sinergia e collaborazione fra il Polo museale del Comune di Sorano con il Museo di Vulci e la Soprintendenza dell’ Etruria meridionale, questo legame torna di nuovo alla luce attraverso l’esposizione della mostra dedicata proprio ai misteri del Mitreo di Vulci che si terrà nel Museo del Medioevo e del Rinascimento della Fortezza Orsini di Sorano, fino alla fine di Novembre. Sarà infatti possibile ammirare la bellissima statua del Dio Mitra nell’atto di sacrificare il toro.

Il culto del Dio Mitra

 

Il culto dedicato al dio Mitra, figura che veniva identificata con la luce e con il ciclo solare di Helios, si diffuse in seguito al contasto tra l’Asia minore ed il mondo Greco, alla fine del IV secolo a.C. dopo la caduta dell’Impero persiano. Questo culto arrivò in Italia a partire dal I secolo d.C. e si diffuse in primo luogo tra le legioni militari, con il rito del sacrificio del toro, rituale rappresentativo della morte e della rinascita, della fecondità, della vittoria del bene sul male. La salvezza individuale dei fedeli era raggiunta tramite la pratica di culti collettivi che avvenivano in apposite sale dove si consuma il banchetto sacro, in modo simile ai riti in onore di Dioniso-Bacco. I culti misterici derivano dalla presenza di sette diversi gradi di iniziazione degli adepti, riti che si svolgevano accompagnati da vino e danze.

La Statua

Il rito in onore del Dio Mitra si identifica con la rinascita e la vittoria del bene sul male. Infatti la statua di culto, di cui potrete ammirarne la versione originale proprio nella mostra del Museo del Medioevo e Rinascimento di Sorano,  rappresenta il Dio Mitra che afferra il toro con forza portando la sua testa all’indietro e scalfendolo al con la spada. Nella scena, un serpente ed un cane sembrano bere dalla ferita del toro, poiché dalla morte del toro ha appunto origine la vita; uno scorpione, invece, lo attacca dal basso ferendolo ai testicoli.

Per tutti gli approfondimenti, potrete approfittare della guida intitolata proprio Vulci ed i misteri di Mitra, che troverete in vendita al museo di Piazza Cairoli, con il quale potrete approfondire le informazioni a riguardo di Vulci, il culto di Mitra, del suo perché in Etruria e gli altri importanti motivi che stanno spingendo i comuni di Montalto e Canino a puntare sull’organizzazione del parco archeologico di Vulci e sulle sue Unicità!

Offerta Le Vie Cave Etrusche

Visitare il Parco Archeologico Città del Tufo, nel comune di Sorano, sarà ancora più interessante.. e proprio per non lasciarvi sfuggire questa occasione così rara abbiamo programmato un’Offerta Speciale dedicata a tutti gli appassionati della storia e dell’archeologia Etrusca.

Approfittate della nostra Offerta Speciale Le Vie Cave Etrusche con la quale scoprire i borghi medievali delle Città del Tufo del Sud Toscana, con le loro chiese e musei, e centri storici dalla bellezza unica, così come le necropoli etrusche disseminate nel territorio che circonda i borghi. Soggiornerete presso le eleganti camere dell’Hotel della Fortezza, proprio nella Fortezza Orsini di Sorano, esattamente di fronte al Museo dove si svolge la mostra, ed avrete modo di conoscere la storia ed i segreti di un territorio così misterioso..

L’Offerta Include :

  • 1 Notti / 2 Giorni in camera matrimoniale / twin Superior
  • Ingresso ai musei di Sorano, Fortezza Orsini, Museo San Mamiliano, Parco Archeologico, Ingresso alla Piccola Gerusalemme di Pitigliano
  • Picnic a base dei prodotti tipici locali
  • Cena presso il Food Bar dell’Hotel della Fortezza o Ristorante del Borgo a vostra scelta
  • Offerta speciale per la seconda notte e per l’upgrade in Suite

Prezzo a persona 99€

PRENOTA ORA L’OFFERTA SPECIALE 

Cibo indigeno
Giu19

Guida al cibo Indigeno delle Città del Tufo

Da quest’anno all’Hotel della Fortezza si sente spesso parlare di cibo Indigeno.. Cibo Indigeno in quanto nativo, legato al territorio in cui ci troviamo da almeno due generazioni, genuino e sano.

..Ma perché il nostro interesse è orientato verso questo argomento?

Dal momento che state per entrare in contatto con i secoli di storia che caratterizzano le vie, le chiese, i musei dei borghi medievali così come le necropoli e le Vie Cave etrusche e con la natura incontaminata delle campagne con la loro rigogliosa flora ed abbondante fauna, siamo convinti che dobbiate poter conoscere ed apprezzare i prodotti che da secoli risultano rappresentativi della qualità del territorio delle Città del Tufo! A questo scopo ecco l’idea del Food Bar dove proporre prodotti che siano, appunto.. indigeni!

Il benessere derivato dalla visita di luoghi così tanto affascinanti, che vi offrono quiete, relax e panorami mozzafiato, è impreziosito dal consumo di cibi sani e genuini, certificati per la loro qualità e rispetto dell’ambiente. Il vostro benessere è il nostro obiettivo; così, iniziando fornendovi la possibilità di soggiornare all’interno di una vera e propria Fortezza medievale di fine Duecento, passiamo poi a proporvi un tour enogastronomico tra i prodotti indigeni.

Iniziamo parlandovi dei nostri salumi, salumi che difficilmente trovereste nei taglieri dei ristoranti.. Sicuramente avrete già sentito parlare della Cinta Senese! Questa razza di suino tipicamente toscana, già diffusa in questa zona al tempo degli etruschi, viene allevata allo stato brado o semibrado ed alimentata, di conseguenza, con ciò che offre il sottobosco, principalmente ghiande, conferendo così alla carne un sapore unico e proprietà dietetiche inaspettate! Provate ad assaggiare il lardo, anche se generalmente non siete amanti del grasso del prosciutto, e non solo scoprirete un gusto totalmente diverso, piacevole.. ma beneficerete della sua proprietà di difesa dell’organismo dal colesterolo!

In abbinamento ai salumi non potevano mancare i formaggi! Formaggi provenienti proprio dalla Maremma e dalla Tuscia, dai piccoli e medi produttori che contribuiscono alla creazione di formaggi buoni e di alta qualità con i loro allevamenti da tutto il comune di Sorano, e zone limitrofe. Avrete modo di assaggiare, percepire e confrontare le differenze di gusto tra le diverse stagionature dei formaggi che vi verranno proposti, abbinandoli con il vino più adatto.

Anche il vino, infatti, ha un ruolo rilevante nell’immagine del territorio delle Città del Tufo, in quanto già durante il periodo etrusco si coltivava la vite in questa zona, e la tradizione del vino si è mantenuta viva nei secoli, dando vita a grandi e piccole aziende produttrici di vini di alta qualità. Avrete la possibilità di abbinare ai prodotti gastronomici locali, bianchi e rossi biologici della cantina di Sassotondo, situata proprio nella campagna tra Pitigliano e Sovana, prodotti con passione ed esperienza dei proprietari Carla ed Edoardo, che saranno lieti di incontrarvi se lo desiderate, per raccontarvi con le loro parole la loro cantina, frutto del loro amore per il territorio e per il vino.

Ogni giorno la nostra cuoca, oltre alla preparazione dei dolci per la vostra colazione, anch’essi fatti con farine grezze prodotte vicino Sorano, si cimenta nel preparare antiche ricette della tradizione contadina toscana, con ingredienti semplici, freschi e genuini. Una zuppa calda di fagioli o lenticchie, un’insalata di farro, un bel piatto di panzanella o di pappalpomodoro… Sta solo a voi la scelta!

Al momento del vostro arrivo in hotel il nostro staff di Reception vi presenterà le proposte del giorno così che abbiate modo e tempo di decidere se fermarvi a cena di fronte ai panorami che regala la Fortezza Orsini, oppure se scendere verso il centro storico in uno dei ristoranti di Sorano.

Siamo disponibili fino alle 18:00 a prendere le vostre prenotazioni, e dalle 19.00 alle 20.00 potrete scegliere il tavolo che preferite e sedervi per godervi la vostra degustazione di cibo indigeno e vino delle piccole aziende locali.

Non vi resta che gustarvi la cena ed a pagare potete pensare tranquillamente anche al momento del vostro check-out!

SCOPRITE I SERVIZI DEL FOOD BAR DELL’HOTEL DELLA FORTEZZA

 

Hotel della Fortezza
Mag29

Cosa aspettarvi da un soggiorno all’Hotel della Fortezza?

Nel progettare la propria vacanza, che sia essa di breve o di lunga durata, si cerca di organizzare al meglio ogni dettaglio così che tutto si svolga in modo rilassante e così come ce l’eravamo immaginato. Con questo articolo vogliamo cercare di farci conoscere, più precisamente, di farvi conoscere l’idea di ospitalità dello staff dell’Hotel della Fortezza, così che al vostro arrivo siate già consapevoli di come il nostro staff si impegnerà per far sì che il vostro soggiorno si trasformi in una vera e propria esperienza alla scoperta del territorio del Sud Toscana!

Il nostro consiglio, infatti, è proprio quello di conoscerci ancora prima di prenotare, parlare con i membri della Reception, sempre pronti a rispondere ad ogni vostro interrogativo e, nel possibile, esaudire preventivamente le vostre richieste. Basta una telefonata veloce ed informale e la prenotazione è fatta! Per far sì che prima del vostro arrivo abbiate già tutte le informazioni necessarie per raggiungere la struttura, sugli orari, sul parcheggio e qualche spunto su dove assaggiare piatti tipici nel borgo di Sorano, inviamo ad ognuno di voi clienti la nostra email di conferma, con la quale, prima tutto, cogliamo l’occasione per ringraziarvi di aver scelto l’Hotel della Fortezza per la vostra vacanza nel Sud della Toscana!

Al vostro arrivo all’Hotel della Fortezza, verrete accolti con un sorriso dal nostro giovane staff di Reception, che, una volta terminate le procedure di check-in, sarà lieto di presentarvi il territorio fornendovi le informazioni necessarie per non lasciarvi sfuggire le esperienze imperdibili delle Città del Tufo. A questo proposito abbiamo realizzato per voi una mappa del Borgo, che vi aiuterà nella localizzazione dei punti di maggiore interesse turistico e della programmazione del vostro itinerario! Non abbiate timore di chiedere, chiedete pure di delucidare tutti vostri dubbi e di rispondere alle vostre curiosità, di suggerirvi le attività più adatte a voi e ai vostri interessi.. ogni vostra domanda a riguardo del territorio e delle sue peculiarità è per noi un vero piacere! Siamo entusiasti di trasmettervi il nostro amore per questa terra perché ne riconosciamo il valore e siamo sicuri che anche voi sappiate apprezzarne la bellezza e l’unicità.

Il nostro impegno mira a farvi percepire un’atmosfera piacevole fin dal vostro arrivo, serena ed informale, dove potervi sentire come a casa in un luogo magico come la Fortezza Orsini di Sorano, circondati da persone cordiali e disponibili, ma soprattutto ben informate su quello che di buono il territorio ha da offrire. Come clienti dell’Hotel della Fortezza, entrerete a far parte di un progetto che lega amore, cibo e territorio, un progetto nato dalla volontà di offrirvi qualcosa in più del solo alloggio.. un progetto che vi racconterà delle Città del Tufo in tutti i loro aspetti, un vero e proprio percorso che vi guiderà alla scoperta del benessere olistico che questo luogo unico sa regalare.

Vogliamo che la vostra vacanza vi resti nel cuore, per questo, oltre a provvedere alla vostra comodità per tutto quello che concerne l’alloggio, e ad indicarvi le attività migliori a cui potervi dedicare, vi presentiamo le proposte enogastronomiche del Food Bar dell’Hotel della Fortezza ed il perché delle nostre scelte.

In un territorio naturale e selvaggio come quello del Sud Toscana, proponiamo i prodotti ottenuti da una corretta gestione dell’ambiente e delle sue risorse; cibo sano, semplice, genuino, rigorosamente km 0, per spingerci ancora oltre l’Indigeno, proveniente dai piccoli produttori locali che offrono specialità dai gusti unici, così che possiate assaggiare i veri sapori di questo territorio, che lo caratterizzano da secoli, i sapori del nostro cibo “indigeno”!

Con questo breve articolo, vi introduciamo la nostra Offerta Speciale per un soggiorno all’Hotel della Fortezza, che vi porterà alla scoperta delle tre Città del Tufo, dei loro colori e sapori, un viaggio nella storia dei borghi e della loro enogastronomia…

VAI ALL’OFFERTA Benessere, Storia, Enogastronomia all’Hotel della Fortezza

formaggio Pecorino Toscano
Apr24

Oggi vi presentiamo uno dei migliori prodotti del territorio sud toscano.. Il formaggio Pecorino!

La delizia gastronomica del formaggio Pecorino Toscano (DOP, denominazione origine protetta) è il risultato di un delicato equilibrio tra caratteristiche naturali, climatiche e ambientali, e umane, metodi produttivi e conoscenza tecnica artigianale, che si fondono per creare un prodotto inimitabile al di fuori della sua area d’origine.

Anche chiamato “cacio” nel dialetto sud toscano, il Pecorino Toscano ha origini antiche, che risalgono all’epoca etrusca. Con la creazione delle prime industrie casearie, emerse la definitiva separazione tra la figura del pastore e quella del produttore di formaggio, che diventò presto un vero e proprio artigiano del formaggio. Questo formaggio è anche conosciuto con il suo antico nome “cacio marzolino”, che si riferisce al periodo di produzione, che ha inizio nel mese di Marzo e continua per tutto il periodo primaverile.

Le caratteristiche del formaggio Pecorino Toscano DOP derivano sia dalle condizioni ambientali in cui le pecore vengono nutrite, che dai processi produttivi aiutati dalle tecnologie più avanzate, che tuttavia rispettano una tradizione secolare, permettendo di produrre un formaggio di alta qualità.

L’ingrediente fondamentale è senz’altro il latte, esclusivamente di pecora, che deriva dai greggi allevati nel territorio marcato dalla Denominazione di Origine Protetta. Ha una forma cilindrica ed una consistenza densa con un colore giallo paglia dall’intensità variabile. Il suo sapore è fragrante, a volte accentuato, caratteristica che deriva dal suo metodo di produzione. Al variare dell’area di produzione il processo di invecchiamento cambia e con questo cambia di conseguenza anche il sapore ed il suo utilizzo.

Infatti, si varia da un Pecorino Toscano fresco, che ha un gusto dolce e delicato, ad un formaggio Pecorino più stagionato, dal gusto più intenso e accentuato, per concludere con un Pecorino dal processo di stagionatura veramente lungo, rendendolo duro e con un sapore forte e perfetto per essere servito con prodotti dolci come miele e marmellate…

Durante il vostro soggiorno all’Hotel della Fortezza avrete modo di assaggiare queste prelibatezze in diverse occasioni, sul buffet della colazione così come scegliendo di provare il nostro Aperitivo Km0. Per noi il Km0 è un must, in quanto siamo convinti che per parlare del territorio e per fare in modo che anche voi possiate apprezzarlo in pieno, sia fondamentale far conoscere la gastronomia locale, preferendo sempre i piccoli produttori di zona alle grandi catene. Per questo troverete sia una selezione di Formaggi Pecorini, freschi, stagionati ed erborinati, dal sapore unico tra dolce e piccante.. Abbinati ai vini delle migliori cantine della zona, salumi di Cinta Senese e, a seconda del periodo, zuppe o insalate.

… Lasciatevi prendere per la gola dai sapori tipici del Sud Toscana… Non vediamo l’ora di accogliervi!

vini toscani
Apr18

Alla scoperta dei vini toscani prodotti da vigneti biologici!

Sassotondo ci racconta di come la passione di un produttore possa trasformare ettari ed ettari di campi lasciati per anni all’incuria, in quella che oggi si distingue come una delle migliori Aziende vitivinicole del territorio delle Città del Tufo72 ettari di vigneti ad agricoltura rigorosamente biologica, che danno origine a vini di qualità rientranti nella DOC Bianco di Pitigliano e nella DOC SovanaQuesto lembo di terra nel Sud Toscana si presta particolarmente bene alle coltivazioni di vitigni ed uliveti, dando vita ad aziende produttrici di prodotti rinomati di alta qualità e certificati, proprio come i vini toscani di Sassotondo.

Da quando nel 1990 i proprietari, Carla ed Edoardo, hanno deciso di intraprendere questo progetto, la loro passione e costanza sono stati la guida per il loro duro lavoro, che nel giro di sette anni ha iniziato a dare i suoi frutti..la prima bottiglia etichettata “Sassotondo”!

Le origini del nome..

Sassotondo.. un nome particolare, le cui origini sono da rintracciare nella natura di questa terra, una natura vulcanica. Quello che oggi conosciamo come il Monte Amiata, una delle più famose stazioni sciistiche dell’intera ToIMG_3884scana, era un tempo un vulcano le cui eruzioni, una volta condensate e stratificate, hanno dato origine alla roccia che caratterizza questa zona.. il tufo! Il tufo è il materiale di cui sono costruite le case, le strade e le fondamenta dei piccoli borghi che dal Monte Amiata si susseguono fino alla costa dell’Argentario, caratterizzando così non solo l’aspetto del Sud Toscana, ma anche i sapori stessi dei prodotti della terra, e degli stessi vini toscani, che, come vi racconterà Carla con orgoglio, sono per questo motivo unici al mondo!

Il vero e proprio sasso tondo, una pietra tufacea dalla forma sferica, venne ritrovato per caso nei campi dell’azienda, levigata e scolpita dal tempo e dalle intemperie. I due viticoltori, lei trentina e lui di Roma, lo hanno utilizzato come emblema del loro amore per questa terra, concedendogli il posto d’onore al centro dell’etichetta delle loro bottiglie, nella quale compaiono infatti i filari e i monti in lontananza che circondano la sfera di tufo.

Proprio sul tufo poggia la terra dei campi, proprio nel tufo è scavata la cantina di Sassotondo! Una gola di trenta metri che si conclude con il bottaio, il locale dove le botti contenenti il vino da macerare, godono di temperatura e di umidità ideale e naturalmente costante tutto l’anno, proprio grazie al materiale delle pareti.. un tunnel suggestivo che potrete percorrere seguendo i passi di Carla, Edoardo o di chi vi accompagnerà, alla scoperta di questi ambienti da cui nascono i vini di Sassotondo, perdendovi negli appassionati racconti e descrizioni, di chi risponderà con piacere e soddisfazione ad ogni vostra curiosità.

Abbiamo scelto per voi l’azienda Sassotondo per un tour enogastronomico di due ore all’insegna della scoperta dei sapori del territorio delle Città del Tufo del Sud Toscana, in quanto essa emerge come rappresentativa delle eccellenze dei prodotti di questa regione. Arrivati in azienda, saranno gli stessi proprietari ad accogliervi calorosamente, ed una volta concluse le presentazioni, inizierà la visita in un clima totalmente amichevole ed informale. Partendo dai vigneti, arriverete poi nei locali degli impianti, nascosti proprio sotto gli stessi campi, nella roccia tufacea, che oltre a rendere ancora più suggestivo l’aspetto della cantina, fa sì che temperatura e umidità siano costantemente a livelli ideali. Al termine del percorso attraverso gli ambienti di vinificazione si arriva all’assaggio del prodotto finito. Tre vini, gustati nell’accogliente veranda dell’azienda direttamente con i proprietari, ascoltando le parole di chi vi racconterà con passione l’iter che hanno attraversato prima di essere stappati per voi per la vostra degustazione. Stappati, ovviamente, così come le regole del bravo sommelier impongono.. perdetevi ad osservare i movimenti attenti ed accurati di chi aprirà per voi il vino e lo verserà nei calici nel modo migliore per esaltare il suo profumo ed il suo sapore unico. La vostra visita avrà una durata di due ore, in seguito alle quali, potrete acquistare i prodotti che più vi hanno accattivato direttamente in loco!

Scoprite il nostro Pacchetto Speciale dedicato agli amanti dei vini toscani – I VINI DEL SUD TOSCANA

_MG_8311 (2)
Apr13

 

Oggi vi presentiamo Daniela e i suoi dolci fatti in casa…

La soddisfazione più grande per chi lavora nel turismo? Senza dubbio le recensioni positive dei propri clienti! A giudicare da quello che avete scritto finora riguardo la nostra struttura sembra che il nostro lavoro stia dando i suoi buoni risultati. Il particolare che è stato menzionato e reso degno di nota in quasi tutti i vostri commenti è la colazione, oltre ovviamente alla stupenda vista dalla Fortezza Orsini!! ..Una colazione ricca di prodotti salati e dolci fatti in casa , che vi è rimasta nel cuore e che cerchiamo di rendere sempre più buona e genuina!

Ogni mattina al vostro risveglio avrete a disposizione un grande buffet ricco di prodotti freschi e gustosi, provenienti dalle aziende locali collaboratrici. Scegliamo di proporre sempre il km 0 anche quando si parla di colazione, per potervi raccontare il territorio anche attraverso il cibo, infatti oltre agli affettati e ai formaggi di Sorano, così come la frutta fresca ed il pane locale, abbiamo deciso di farvi assaggiare dolci fatti in casa, cucinati proprio nella cucina del nostro hotel!

Oggi abbiamo deciso di presentarvi la cuoca che ogni giorno prepara per voi i dolci fatti in casa per la colazione, con ingredienti semplici, locali e genuini… Daniela!  Il suo carattere un po’ stravagante ed estroverso non sarà difficile da notare durante il vostro soggiorno, con la sua simpatia e semplicità saprà come farvi sentire come a casa, proprio come ospiti della sua stessa cucina, e come farvi iniziare la giornata con un sorriso. Sicuramente svegliarsi e trovare un bel buffet apparecchiato ed un personale gentile sempre pronto a prepararvi la bevanda calda che più preferite è già di per sé una coccola molto gradita, ma immaginatevi se tutto ciò che voi troviate da mangiare sia rigorosamente di alta qualità e prodotto localmente? Daniela, che di dolci se ne intende, ha deciso di pensare non solo al loro inimitabile gusto, ma anche alla vostra salute ed al sempre crescente desiderio di ricercare il km 0 per una sempre maggiore consapevolezza dei rischi dettati dalle diete sbagliate.

IMG_4015A questo scopo, in questi ultimi giorni è stato portato avanti un esperimento, proprio con voi ospiti che avete fatto colazione all’Hotel della Fortezza, proponendo nel buffet sia torte preparate con la classica farina 00, che mini tortini fatti con una nuova farina, prodotta in una fattoria biologica proprio a pochi chilometri da Sorano, chiedendo al termine del vostro pasto un giudizio su quello che avevate assaggiato. Eravamo un po’ incerti sull’esito di questa prova, in quanto il sapore ed il colore di questa nuova farina grezza, poco lavorata, sarebbe potuto risultare troppo diverso dal precedente oppure non soddisfare le aspettative dei clienti che si sarebbero aspettati il classico impasto.. Tuttavia abbiamo dovuto ricrederci! L’esperimento ha prodotto soltanto feedback positivi, ogni ospite si è complimentato con noi per le capacità culinarie di Daniela!

Durante il vostro soggiorno avrete anche la possibilità di fare una visita in fattoria, per vedere il luogo dove questa farina viene prodotta. Una fattoria biologica chiamata Aia del Tufo, un luogo incantato per chi viene dal caos cittadino, dove potersi gustare un buon pranzo con menù convenzionati, nel silenzio e tranquillità della campagna.

Richiedete adesso la disponibilità per un soggiorno all’Hotel della Fortezza!

RICHIEDI DISPONIBILITA’